Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Select a Page:
More Info
Read More
Vendemmia Vendemmia Vendemmia Vendemmia Vendemmia Vendemmia

Vendemmia

La vendemmia è il momento più atteso dell’anno.
Ci si ritrova tutti tra i filari a raccogliere, chiaccherare tra le foglie sentire e risentire  storie vecchie e nuove accompagnate da quel “tac tac” delle forbici che recidono i grappoli. E poi commentare l’uva di quest’anno… e com’era quella dell’anno scorso… e ti ricordi l’ultima vendemmia del nonno… E poi avanti e indietro con i secchi carichi d’uva fino al trattore che parte lento e gongolante verso la cantina.
Certe vendemmie sono in mezze maniche, a cercare l’ombra dei pampini e scacciare sciami di api dal tuo bottino. Altre sono in maglione e berretto con le dita appiccicaticce e infreddolite e  il naso che ti cola, ma mediti bene prima di estrarre il fazzoletto dalle tasche perchè sai che mano, tasca e fazzoletto diventeranno un tuttuno difficilmente scindibile.
E poi  a sera, raccogliere tutti i secchi, radunare le forbici, salire di 40 filari a raccattare il maglione che hai lasciato appeso a un palo la mattina e poi giù che ormai è notte verso la cantina illuminata  e nel trambusto delle cassette da lavare, dei rimontaggi da iniziare, e tutto quel che c’è da fare per ripartire l’indomani.
Ma prima di andare via castagne sul fuoco e vino nei bicchieri, premio semplice e perfetto per la fatiche  di una lunga giornata.